giovedì 18 febbraio 2016

"Not in My Name!": fisici quantistici contro l'uso improprio del termine "quantico"

Quando è troppo, è troppo!


Il mondo dei fisici è in subbuglio, e nelle università e nei centri di ricerca di tutto il mondo monta prepotente la protesta contro l'uso improprio del termine "quantico" come passepartout per sdoganare cazzate di un livello tale che non ci crederebbe neanche Gianni e Pinotto. Per protestare contro l'uso assolutamente improprio del termine "quantico" in discipline che in confronto La Pimpa è una realtà scientifica assodata, i fisici si stanno mobilitando in massa. Una impressionante manifestazione è partita ieri dal Niels Bohr Institute di Copenhagen, dove insegnò e lavorò uno dei padri della meccanica quantistica, e ha sfilato pacificamente attraverso la città al grido di "Not in My Name!". "Non nel mio nome", dicono i fisici, cioè, tradotto, non ti permettere di usare il termine quantistico per giustificare le scemenze in cui credi quando nella vita non sai fare manco una proporzione. Sullo stesso tenore, numerose forme di protesta si sono presto diffuse ovunque nel mondo, vedendo in prima linea scienziati di tutti i continenti.



L'impressionante folla di fisici quantistici sfila per le strade al grido di "Not in My Name"

La scintilla che ha scatenato la protesta è stato l'annuncio che si sarebbe tenuta a Genova la conferenza dal titolo "Ho'oponopono e la meccanica quantistica", sottotilolo "L'autore affianca all'insegnamento di Ho'oponopono nozioni semplici e accessibili a tutti di meccanica quantistica, che si presta perfettamente nel dare un supporto scientifico a questa pratica".


Due ordinari di elettrodinamica quantistica sfilano al "Not in My Name" Day.

"Sul momento pensavo che fosse un problema col T9, o che fosse impazzito il correttore automatico", ha dichiarato Mark Planz, docente di meccanica quantistica relativistica al California Institute of Technology. "Ho dovuto cercare con Google e ho sbagliato a scrivere almeno una decina di volte prima che me lo prendesse", ha aggiunto il premio Nobel Richard Finman. "C'è un limite a tutto", ha sentenziato il suo collega Max Bron. "Passi la guarigione auro-quantica, ma l'Ho'oponopono o come cazzo si scrive proprio no!"


Il volantino che ha scatenato le proteste dei fisici.

Numerosi cortei di fisici si sono formati spontaneamente un po' ovunque nel mondo, sfilando con cartelli multicolori e i loro festosi e originali travestimenti, come ad esempio indossare t-shirt con scritto "OGNI COSA E' DENTRO DI NOI, ABBIAMO LA RISPOSTA.. e però è sbajata".
Un gruppo di giovani ricercatori posa per una scanzonata foto di gruppo al termine della manifestazione dal titolo: "Entanglati a sto cazzo"

Sebbene in generale tutto si sia svolto in modo estremamente ordinato e pacifico, tuttavia in alcuni casi non sono mancati gesti estremi alquanto criticabili per il loro dubbio gusto, sebbene dettati dall'esasperazione per l'uso non appropriato del termine "quantico", da parte di chi sul quel termine si è fatto un mazzo tanto.

All'università di Gottingen, ad esempio, alcuni dottorandi in fisica teorica hanno rinchiuso un insegnante di Reikki completamente nudo nella gabbia dello zoo del gorilla maschio-alfa silverback, che era in calore ormai da più di una settimana senza aver avuto la possibilità di sfogare i suoi naturali istinti. Incuranti delle suppliche dell'ascetico maestro, i dottorandi lo schernivano da dietro le sbarre con frasi del tipo: "mo' vediamo se riesci a uscire con l'effetto tunnel!".

A Frosinone un team di teorici delle superstinghe si è introdotto nottetempo in un raduno di digiunatori quantici diffondendo aroma di carne alla griglia nell'impianto di aria condizionata, causandone la morte per disidratazione a causa dell'improvvisa salivazione fuori controllo.

A Dover, sulle famose scogliere, alcuni esperti di fisica del top mascherati da santoni Tibetani hanno convinto un gruppo di Ayurvedici a librarsi e spiccare il tanto atteso salto quantico, con conseguenze facilmente immaginabili.

Risultati immagini per esistenza dell'anima quantistica

Un Ayurvedico si concentra praticando la meditazione prima di spiccare il salto quantico.
Tafferugli si sono inoltre verificati all'interno del famoso ristorante parigino di cucina quantico-vegana "T'zui-ju Kwan", che nell'antica dizione Babilonese significa "spendi un botto senza mangiare un cazzo", dove un gruppo di fisici della materia condensata ha insistito per pagare il conto di 10000 euro per la cena macro-purificatrice con un bonifico quantistico, effettuato tramite le moderne tecniche dell'entanglement, contro il volere del proprietario che insisteva nell'essere pagato in contanti.

A Stonehenge un flash mob di astrofisici si è introdotto con la forza in una convention di osservatori del sole a occhio nudo obbligando i partecipanti ad ascoltare un concerto di Battiato coi Mammuttones come gruppo spalla della durata di 24 ore consecutive. Le vittime di questa ingiustificabile violenza hanno riportato, come era prevedibile, danni cerebrali irreversibili. Il movimento "Not in My Name" si è apertamente dissociato da questo ingiustificato gesto prendendone apertamente le distanze. "Era sufficiente lasciargli guardare il sole", ha dichiarato il portavoce del movimento.

Nello stesso momento ad Ariccia alcuni docenti di elettrodinamica quantistica, fingendosi esperti di cucina quanto-purificatrice, propinavano ad ingenui cultori dei fiori di Bach porchette da due metri spacciandole per involtini di soia dinamizzata alle frequenze vibratorie positive del ciclo aria-acqua-terra-fuoco, che grazie a questa pratica innovativa assumevano un inusitato gusto di genziana selvatica.

Infine a un incontro tenutosi alla sala "Yung Qui Ronzoor" (che nella lingua Sumerica significa "Sala Riunioni") a Roma nel quartiere Testaccio sul tema "La fisica quantistica dimostra l'esistenza dell'anima", un attivista del movimento "No-quantum" (sembra un precario dell'Istituto Nazionale di Fisica Nucleare con l'assegno in scadenza) si è alzato in piedi durante un intervento gridando "Sì, l'esistenza dell'animaccia de li mortacci tua!"

In concomitanza delle proteste dei fisici, anche il caso sembra essersi volutamente accanito contro i nuovi cultori della new-age quantistica.  Un intero gruppo di degustatori di acqua diamante energizzata con le frequenze vibratorie della Terra Madre è finito al pronto soccorso squassato dalla diarrea, pare causata dal fatto che l'acqua si sia improvvisamente ricordata di essere stata nel collettore fognario di Salerno nei primi anni 60. Contemporaneamente un gruppo di meditatori quantici è stato ritrovato cadavere con i testicoli frantumati. Secondo gli inquirenti si era reciprocamente sintonizzato nella modalità di entanglement quantistico utilizzando per errore la stessa frequenza vibrazionale di Radio Maria.

20 commenti:

  1. Vedi a questo proposito
    http://www.serni.org/woowoo/?woowoo=200&brief=1

    RispondiElimina
  2. Stupendo! Grande Stefano!

    RispondiElimina
  3. La guarigione auro-quantica non l'avevo mai sentita, sara' mica un'evoluzione della SBQ (Semeiotica Biofisica Quantistica) ?
    Grazie per le risate :-)

    RispondiElimina
  4. da sbellicarsi!
    solo un commentino serio:
    purtroppo anche gli scienziati non sono completamente innocenti. ho in mente l'uso del termine "olografico" in diverse occasioni in cui l'olografia non c'entra niente, ma anche altri esempi. Purtroppo in alcuni ambiti, per trovare fondi da privati, la tentazione di accattivarsi il pubblico c'è. E qualche scienziato ci casca. Ok, non sono premi Nobel, questi di cui parlo ;-)

    RispondiElimina
  5. cazzo!, speravo fosse vero!
    comunque grandi, vi adoro!

    RispondiElimina
  6. la vera foto dei "giovani ricercatori" dovrebbe essere questa : http://members.xoom.virgilio.it/dabull/SolvayCongress.jpg

    RispondiElimina
  7. Bene! Ora mi aspetto che anche gli scienziati ed i professionisti delle altre discipline bistrattate si associno alla ferma protesta dei fisici. Fatevi sotto chimici, biologi, medici (i matematici no, non se li fila nessuno quelli)!
    Ah, ah, ah, ah..., tu se' troppo forte!

    RispondiElimina
  8. Bellissimo, anch'io voglio effettuare un bonifico quantistico, tramite le moderne tecniche dell'entanglement quantistico

    RispondiElimina
  9. Vorrei si facesse una protesta per i cani molecolari, è orribile!

    RispondiElimina
  10. La posso linkare commentando tutte le pubblicità su Facebook di fuffa quantica?

    RispondiElimina
  11. Perché l'uso di "quantizzare" al posto di quantificare, e di "estrapolare" al posto di estrarre (termini che si sentono dire anche da giornalisti sussiegosi) non sono altrettanto da biasimare?

    RispondiElimina
  12. Ti consiglio il sito della Flaska! (soprattutto le "basi teoriche", ma è tutto magnifico secondo me)
    http://www.flaskaitalia.it/struttura-dellacqua/basi-teoriche

    RispondiElimina
  13. Si effettivamente L'hoponopono o 'come cavolo si scrive' è troppo .......
    In ogni modo credo che ciò accada per contaminazioni di informazioni, se uno si interessa di pseudoscienze ma anche di scienze finisce per creare degli aspetti ibridi inevitabilmente.

    Infatti le pseudoscienze per quanto bistrattate in questo modo stanno però diventando il canale di accesso alle scienze vere per tanti.

    Magari a qualcuno degli spettatori gli si illuminerà qualcosa e dopo aver assistito agli hoponiponi andrà a leggersi cosa significa esattamente il termine quantistico, si sa mai.

    Ormai è pieno di divulgatori che creano queste associazioni ,indebite per gli scienziati ovviamente, ma è stato l'effetto dell'accesso alle informazioni via Web.

    Un tempo era difficile che se uno aveva interessi per le pseudoscienze gli arrivassero contemporaneamente notizie di scienza, ora arrivano, per quanto possibilmente distorte dalle interpretazioni seguenti.

    Tuttavia magari a furia di sentire termini che per alcuni prima erano del tutto ignoti si sa mai che vadano a leggersi qualche libro di scienza infine e in fondo è già qualcosa.




    RispondiElimina
  14. Forse un po' di colpa è anche di Penrose (per carità, avercene di Penrose) per la teoria della coscienza basata su vibrazioni quantistiche, sulla quale per lo meno c'è molto da discutere e che in una facile volgarizzazione si presta molto a deformazioni pseudoscientifiche. E' successo anche con i teoremi di incompletezza di Godel, ben più consolidati.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Infatti, hai ragione, ho aggiunto in altro post il libro che diventò un punto di riferimento forse per primo che fu Il Tao della Fisica di Fritjot Capra ( fisico teorico peraltro)
      Direi che le pseudoscienze non hanno adottatto la fisica spontaneamente o a caso, ma perchè sono state proprio le teorie di molti Fisici ad avvicinarsi ad un pensiero che fosse più ampio e che collegasse varie ipotesi teoriche con le discipline della coscienza.
      In Italia la New Age arrivò solo nel 1989 ed è durata fino al 2000 circa, ma prima erano più interessati agli angeli, spiriti guida, feng shui, cristalli, cromoterapia, shiatzu, pietre, viaggi astrali e tante cose sui generis solo dopo cominciarono a diffondersi i testi che hanno cominciato ad adottare concetti di Fisica Quantistica per spiegare certe loro 'teorie' ( che nel loro caso sono effettivamente teorie, ipotesi)
      Non assunti teorici strutturati come in fisica vera.
      Però, diciamo che la contaminazione è giunta dai Fisici non il contrario, e adesso sta arrivando dalla Biologia, poi dati i vari livelli di approcci esistenti anche in quei campi di pseudoscienze, trovi analisi più interessanti ed altre decisamente naif.
      In ogni caso fu dopo certi testi divulgati da fisici o operatori di divulgazione scientifica che nacquero a seguire tutte le cosiddette pseudoscientifiche:
      Teorie dell'attrazione, le interpretazioni un tantino troppo entusiaste dell'entaglement, l'adozione del campo di punto zero e soprattutto l'uso dei termini quantico e quantistico come il sale su ogni piatto.


      Elimina
    2. Personalmente il Tao della Fisica è uno dei libri più insulsi ma soprattutto più noiosi che abbia mai letto. In realtà glie l'ho data data un dopo un po', percé c'è un limite anche al masochismo. Eppure ha venduto tantissimo. Come per Innamoramento e Amore di Alberoni: libri inutili e privi di significato che la gente compra (ma pochi alla fine leggono realmente).

      Elimina
    3. Si, credo che anche io che ai tempi non ero riuscita a leggerlo tutto, ma anche perchè detesto ogni forma di religione compresa la Bhuddista, perciò anche se si vuol sdoganare come 'spirituale' piuttosto che dogmatica sempre religione è per me, è già mi suscita diffidenza spontanea.
      Tra l'altro la parola 'spirituale' è un'altra di quelle preferite dagli pseudo divulgatori per non parlare di 'consapevolezza' ( che non se ne può più).
      Queste cose però Stefano si diffondono come i MEMI, per ragioni culturali, perchè se ne parla, perchè trovi articoli sulle riviste, perchè incontri persone che le hanno già adottate, per mode.
      Questa è anche una altra ragione per cui dopo certi testi gli pseudoscienziati hanno adottato la Fisica.
      Negli anni 90 il Tao della Fisica tra i New Agers era un testo irrinunciabile.
      Come quello di Robert A. Monroe sui Viaggi Astrali per esempio ( le OOBE Out of Body Experience)
      Ora c'è un nuovo divulgatore con testi più aggiornati sullo stesso argomento OOBE William Bhulman per esempio.
      Perchè anche in quei settori modificano le interpretazioni, evolvono altri pensieri.
      E' solo dopo gli anni 2000 che il tutto ha preso una piega con tantissimi riferimenti alle scoperte della Fisica, che peraltro a parte qualche divulgatore 'bizzarro' si trovano anche in testi di psichiatri e biologi.

      Elimina