venerdì 18 aprile 2014

FATE GIRAREEEEE !!!!1!1! ….SVEGLIAAAA !!!1!...

Una nuova figura che recentemente sta destando grande interesse fra gli psichiatri di tutto il mondo e' il complottista. Avete presente quelli che credono nelle scie chimiche, nei microchip installati sottopelle a nostra insaputa, nelle nanomacchine che ci fanno respirare per poterci controllare, nel cancro che si potrebbe curare bevendo semplicemente una limonata ma loro preferiscono farci morire per vendere piu' medicine, nella luna che non ci siamo mai andati, nell'11 settembre che tutti i filmati degli aerei che si schiantano sulle torri sono finti? Insomma, la gente che crede a queste cose, spesso tutte assieme, appartiene alla categoria dei complottisti.

Il complottista medio ha mille peculiarita’ che lo caratterizzano: teme qualunque cosa, vede correlazioni e macchinazioni dietro qualunque fatto casuale, si sente vittima del resto del mondo, scorge in chiunque un pericolo per se stesso, e come unica arma di difesa da questa sopraffazione a tutto campo ha il web, dove grida la sua rabbia e denuncia le nefandezze dei futuri padroni del mondo, che comprendono sia il capo della CIA che il panettiere giu’ all’angolo.

Oggi non voglio interessarmi di cio’ che egli normalmente dice, ma di come lo dice. Perche’ il linguaggio del complottista in rete e’ veramente un universo a se’. Vediamone le caratteristiche salienti.

Gli errori nei post di tipo “manifesto”, ovvero le immagini con sopra scritto uno slogan, una frase secca ad effetto. Quelle cose che, nelle intenzioni di chi le prepara, dovrebbero colpire, stupire, richiamare l’attenzione, spesso riescono nell’intento per gli errori grossolani di grammatica o sintassi. Recentemente ne ho incontrato uno che recitava: “venditore di cancerogini realta’”. Cancerogini, con la i, ma scritto bello grande, con font 60. Ho lasciato un timido commento: si dice cancerogeni, con la e. Non mi aspettavo nessuna risposta, e invece, oltre ogni aspettativa, il giorno dopo trovo la stizzita replica espressa in due sprezzanti parole: sti cazzi!  Quando la realta’ supera l’immaginazione! Ho risposto che e’ una cosa che si trova sul vocabolario, e non c’e’ nessun complotto dietro. Chissa’ se poi hanno controllato.

L’uso del maiuscolo. Il complottista nei suoi interventi ad un certo punto passa improvvisamente al maiuscolo, e continua cosi’ fino alla fine. Non si capisce se e’ per dare maggiore enfasi a quello che dice, o se invece, nella foga cieca e iconoclasta che caratterizza ogni sua azione, e quindi anche lo scrivere un post su facebook, ad un certo punto schiaccia il tasto del maiuscolo e non se ne accorge fino alla fine, che puo’ essere molte righe piu’ in basso. Cosa che evidentemente lascia supporre che non alzi mai lo sguardo dalla tastiera nel suo pigiare compulsivo sui tasti.



La mancanza totale di punteggiatura. Il complottista, per qualche oscuro motivo, detesta le virgole e i punti, e, come sottoprodotto di questa tendenza, anche gli accenti e gli apostrofi. Il risultato sono frasi del tipo: “volevano per caso zittire quelli che dicono come stanno le cose perche i potenti avevano in programma lalluvione in Sardegna ed altri disastri in arrivo che causano immani disastri e stanno rischiando grande per difendere Sardegna e Italia da quei pazzi delle scie chimiche e sono veri eroi e i bastardi dicono che stanno a dire tutte menzogne”.  Arrivati in fondo a una frase del genere non si sa se prendere prima un Moment o attaccarsi d’urgenza alla maschera dell’ossigeno.

L’uso smodato dei “puntini puntini”. Il complottista ama lasciar sottintendere. Anzi dovrei dire: il complottista ama lasciar sottintendere……..…  Ad esempio capita di leggere cose di questo tipo: “Scrivo da Carugate... Me le son trovate sul cruscotto... un giorno e il giorno dopo... Ho scritto al giornale... Forse lunedì esce il pezzo che ne parla...Se sarà posto l'articolo...”. Che uno si chiede: ma perche’ Scrivo da Carugate… puntini puntini, e non semplicemente Scrivo da Carugate punto? Cosa sottintende e non mi dice con quei puntini? Cosa succede a Carugate che io non so? Come se scrivere da Carugate lasciasse presupporre chissa’ cosa, del tipo “scrivo dal raduno mondiale delle pornostar….” e tu che leggi gia’ ti immagini tutto il resto.

La risata verbo avere. Quando il complottista deve scrivere che sta ridendo, non scrive “Il Cicap?  ahahahah”, ma “Il Cicap? hahahaha”!  Quattro volte la terza persona presente del verbo avere. Tanto l’acca e’ muta, dove la metti la metti, e’ uguale!


Il risparmio di tempo. Nonostante la proliferazione dei puntini di sospensione, il complottista e’ molto parco nell’uso delle lettere, e appena ne ha l’occasione risparmia. Quando puo’, scrive xke’ invece di perche’, anke invece di anche, x invece di per, e nn invece di non. Chissa’ cosa se ne fa di tutto quel tempo che risparmia? Comunque, in un perfetto mix di ermetismo e sottintesi, puo’ capitare di leggere una cosa del genere: “forza i produttori siamo noi...........muoviamoci basta poco poco ......ogni 1 di noi lo puo e deve fare...x i nostri figli...x madre terra.......................nn cediamo il futuro e nostro grazie a tutti….”.

L’uso del punto esclamativo. Il complottista ama terminare le frasi con un treno di punti esclamativi. E’ tipica l’esclamazione (in maiuscolo): SVEGLIAAAAA!!!!!FATE GIRAREEEEE!!!!!!! PRIMA CHE CENSURINOOOO!!!!!!!!! Il singolo punto esclamativo e’ evidentemente ritenuto dal complottista poco incisivo per rimarcare un concetto. Ce ne vogliono almeno una decina. E questo aspetto introduce il prossimo punto, che e’ il vero marchio di fabbrica del complottista doc. Un aspetto che merita un paragrafo a parte.

Il numero “1” fra i punti esclamativi. La sequenza di punti esclamativi, nei post dei complottisti, e’ interrotta in modo quasi subliminale da uno o piu’ caratteri 1, apparentemente posti a caso, per cui la scritta di cui sopra appare in realta’: APRITE GLI OCCHI!!!!!1SVEGLIAAAAA!!!1!1! FATE GIRAREEEEE!!!!!1!! PRIMA CHE CENSURINOOOO!!!1!!!1!!!  Dico apparentemente a caso, perche’ mi e’ venuta un’idea: si potrebbe instillare nella mente del complottista che in realta’ la sequenza degli 1 fra i punti esclamativi rappresenti un codice segreto, tipo codice a barre, usato da falsi complottisti, i cosiddetti troll, che si intrufolano nei loro siti per ordine del Nuovo Ordine Mondiale. Tramite queste sequenze criptate che i troll rilasciano appositamente, e che vengono decodificate da complessi motori di ricerca (il complottista teme molto tutto cio’ che e’ complesso) che girano in background sulla rete 24 ore su 24, si riesce ad individuare e quindi a isolare (e avete capito tutti cosa intendo con isolare….hahaha!!!!1!) coloro che sono  di speciale intralcio sul cammino dei futuri padroni del mondo. Andrei subito a vendere l’idea alla sezione del New World Order giu’ all’angolo, se non fosse che oggi e’ venerdi’ e il venerdi’ sono chiusi per turno.

4 commenti:

  1. Da applausi. Bellissimo pezzo!

    RispondiElimina
  2. Ma c'è o non c'è una spiegazione al perchè mettono 'sti 1 tra tanti esclamativi?

    No, sul serio, ho anche "gugolato" !!!1!!!1!!! ma nulla...uff...maledetti NWO...avranno boicottato anche il crawler di BigG!

    RispondiElimina
  3. E' dovuto al fatto che ! e 1 sono sullo stesso tasto, maiuscolo e minuscolo. Per scrivere ! bisogna mettere il maiuscoolo, ma se non c'e' coordinazione fra battere il tasto e tenere premuta la maiuscola, ogni tanto un ! si trasformma in 1.

    In realtò da un po' di tempo hanno imparato e questo errore non lo fanno più. Prenderli per il culo per lo meno a qualcosa serve!!!1!

    RispondiElimina
  4. in realtà la sequenza di ! e 1 è piuttosto semplice da spiegare. Sono sullo stesso pulsante ma evidentemente il complottasti non tiene sempre premuto so shift mentre "esclamativa" ma lo preme ogni volta sbagliando così a volte l'ordine di premuta "uneggiando" anziché "esclamativando".

    RispondiElimina