domenica 5 ottobre 2014

Scie chimiche: un complotto per pochi intimi


A parte quelle poche decine di milioni di persone che vi partecipano, è segretissimo.

 

Ammiro sinceramente chi prova a dialogare con i sostenitori del complotto delle scie chimiche come se fosse possibile un dialogo, come se di fronte ti trovassi qualcuno capace di dare ma anche di ricevere, come sempre avviene in una discussione. Io non ci riesco. O meglio, non ci riesco più. Ci ho provato varie volte (leggi ad esempio qui), ma ogni volta è stato un fallimento: lo sciachimista, sebbene affermi di pretendere risposte, non ha nessun interesse nelle risposte, ma vuole solo conferme a quello a cui ha già deciso di credere. E la cosa è paradossale, perché uno preoccupato che ci sia in corso un complotto per distruggere la terra e l'umanità dovrebbe sentirsi quantomeno sollevato dal sapere che gli esperti di fisica, di meteorologia, di clima e di aeronautica di mezzo mondo affermano che invece non c'è niente di strano in quelle scie bianche lasciate dagli aerei nel cielo. E invece no, lo sciachimista per tutta risposta accusa anche loro di far parte del complotto.

In sintesi i sostenitori dell'esistenza del complotto delle scie chimiche asseriscono che aerei di tutto il mondo, militari e di linea, quotidianamente irrorino deliberatamente l’atmosfera con sostanze chimiche o di tipo biologico di varia natura, atte a, diciamo così, causare danni alla popolazione mondiale. Danni decisamente molto gravi, stando a quello che essi asseriscono. Le scie bianche che si vedono nel cielo sarebbero quindi la manifestazione di questo piano criminoso, non avendo niente a che fare, essi dicono, con le scie lasciate dalla condensazione del vapore acqueo prodotto dai motori degli aerei in quota. Anche perché, cosa fondamentale, essi affermano con convinzione che prima degli anni 90 le scie lasciate dagli aerei non esistevano.
Scie di condensazione durante la seconda guerra mondiale. Secondo gli sciachimisti sono foto truccate dagli organizzatori del complotto per far credere che le scie esistevano anche allora. Secondo i resoconti dell'epoca invece le scie erano un problema perché causavano l'avvistamento degli aerei da parte del nemico.

Quindi se vi dicono che le scie esistevano anche prima, e magari vi mostrano foto di cieli striati durante la seconda guerra mondiale, (vedi qui un'ampia raccolta di scie nel cielo scattate quando, a detta dei complottari sciachimisti, non potevano ancora esistere), sappiate che vi hanno fatto il lavaggio del cervello e vi stanno illudendo con deliberate menzogne e foto truccate. E se voi stessi avete nel cassetto una vecchia foto un po' sbiadita dove siete ritratti da bambini assieme a vostro padre che ha un terribile taglio di capelli anni 70, e dietro di voi c'è una scia di un aereo ben visibile nel cielo, beh, probabilmente vostro padre faceva parte del complotto, e ha ritoccato la foto per farvi credere che le scie c'erano anche quella volta.

[​IMG]
Una foto scattata nel 1977, con due scie che "addirittura si incrociano" e un cielo che farebbe sentire sotto attacco qualunque sciachimista odierno.
Ridete? C'è poco da ridere! Nel film Bianco Rosso e Verdone, quando la Sora Lella si fa fare l'iniezione dal camionista, che poi dice "sta mano po' esse fero o po' esse piuma, stavolta e' stata piuma", sullo sfondo si vede una bella scia di aereo (vedi filmato). E correva l'anno 1981, durante il quale, secondo i complottari, le scie degli aerei nel cielo non esistevano.

Bene, il guru degli sciachimisti italiani sostiene qui che il filmato originale analogico, da lui mostrato a sinistra nel video, non mostra tracce di scie, mentre quello a destra, in digitale, ha la scia inserita artificialmente dai "disinformatori" per far credere che le scie dietro gli aerei siano sempre esistite.  Ma, chiedo al santone superesperto in questione, il filmato che secondo lui non ha le scie è analogico? Secondo lui quello è il filmato originale? Se si trova in rete, secondo lui può essere il filmato originale analogico? C'è un proiettore Super8 che si accende dietro lo schermo del PC? Quel filmato (ovviamente digitalizzato come qualunque filmato scaricabile in rete!) è semplicemente lo stesso identico di quello dove si vedono le scie, solo che è stato fortemente schiarito (sovraesposto, in gergo tecnico) e ha i colori con una forte dominante gialla, cosa che chiunque è in grado di vedere, soprattutto nel confronto con quello di destra. In pratica vuol dire che il colore blu è stato soppresso con un programma di fotoritocco, facendo quindi scomparire l'azzurro del cielo (anche questo fatto è molto ben visibile nel confronto fra i due spezzoni), e trasformandolo in una pappa indistinta bianco-gialla, sul quale la scia non risalta (ma le nuvole, che sono più grandi, in certi momenti si vedono lo stesso, se guardate bene!).

Il filmato di destra è invece sicuramente più bilanciato nei colori (se il filmato originale "analogico" proiettato nei cinema fosse stato di quel giallino smorto del video a sinistra, con i toni chiari completamente bruciati, avrebbe spopolato giusto fra i malati di itterizia!) ma ha comunque una dominante artificiosamente blu, ovvero l'azzurro del cielo è stato accentuato, per far risaltare meglio le scie bianche sullo sfondo (da cui anche l'effetto "scontorno" che il nostro amico declama come una prova lampante, e che è invece un effetto legato alla bassa risoluzione in condizioni di elevato contrasto). Insomma, chi ha messo su questo confronto ha giocato alla meglio con un programma di fotoritocco per far scomparire le scie nel primo caso, e per accentuarle nel secondo. Queste cose chiunque si intenda un po' di fotografia e di postproduzione le sa molto bene, e non è bello cercare di abbindolare la gente con trucchetti di questo genere, peraltro realizzati in modo molto maldestro. Soprattutto se questa gente viene poi invitata a versare contributi in denaro al sito web che propugna questi imperdibili scoop...

Però sediamoci un momento e ragioniamo con calma. Supponiamo per un momento che sia vero che il Nuovo Ordine Mondiale, la Spectre, i Gesuiti, l'Ordine dei Geometri o chiunque sia il mandante oscuro di questa trama pazzesca abbia deciso di modificare lo spezzone dell'iniezione alla Sora Lella su Youtube (già mi viene da ridere!) per depistare l'umanità e far apparire nel video le scie degli aerei quando ancora invece non esistevano. Spegniamo la parte del cervello dedicata alla ragione e supponiamo per un momento che sia vero. Supponiamo anche che si siano dimenticati, questi individui cinici, sinistri e misteriosi, che Youtube non è affatto l'archivio mondiale dei film, e che chiunque potrebbe facilmente sbufalare il loro perfido artificio vanificando il loro lavoro di depistaggio in un secondo. Supponiamo anche che abbiano fatto un lavoro così maldestro, queste menti che ambiscono a controllare i popoli del mondo e imporre il loro volere con tecniche subdole e raffinatissime, da lasciare un bordo scontornato attorno alle figure quando, si suppone, avrebbero avuto a disposizione il meglio della tecnologia per un lavoretto che chiunque avrebbe saputo fare meglio. Supponiamo tutto questo, che è già abbastanza assurdo per gente che pretende di dominare la terra. E che film scelgono per perpetrare il loro criminoso intento? Via col vento? Ben Hur? Lo squalo?  Qualche altro film datato di quelli famosissimi? Di quelli la cui visione permetterebbe di raggiungere e quindi eventualmente convincere centinaia di milioni di persone in un colpo solo?  Macché! Il Governo Segreto Mondiale, i futuri dominatori indiscussi della terra scelgono Bianco Rosso e Verdone!!! Me la immagino, questa riunione segretissima, dove un centinaio di incappucciati avranno litigato sul film su cui aggiungere le scie finte, e alla fine il film di Verdone l'ha spuntata di misura su L'Esorciccio e su tutta la serie del Commissario Monnezza!

Insomma, se vi dovesse capitare di tirare fuori un vecchio album con le foto della prima comunione e notare cieli striati e pieni di ghirigori fatti un po' alla boia di un giuda, magari col pennarello lavabile, che ci mettete il dito sopra e vanno via (i tagli dei fondi si fanno sentire per tutti!), niente paura, sono stati quelli del Nuovo Ordine Mondiale, che si intrufolano nottetempo nelle case della gente per modificare le vecchie foto e farvi credere che le scie degli aerei esistevano anche prima del 1990.
Tratto da un sito di sciachimisti (Monitoraggio Scie Chimiche), che pubblica foto di cieli particolarmente preoccupanti. Il commento a questa immagine era: "questo non può essere normale".  E' vero: chi ha scattato questa foto ritenendola un cielo preoccupante non può essere normale.
Se poi cercate una sintesi della logica dello sciachimista-pensiero, essa è tutta in questa frase, tratta da "sciechimiche.org": "se si fosse trattato di operazioni a fin di bene (le scie rilasciate dagli aerei, n.d.r) se ne sarebbe parlato a gran voce." Non fa una piega no? Facciamo un esempio per capire meglio questa logica impeccabile: le scie delle navi nel mare. Supponiamo che qualcuno si inventi che non sono causate dai motori, ma dal rilascio di veleni (prima o poi qualcuno arriverà anche a questo, anzi, mi stupisce che ancora nessuno lo abbia detto).  Dopodiché egli dice: vedete? Ho ragione, perché se le scie le navi le rilasciassero "a fin di bene" le avrebbero pubblicizzate come una bella cosa, invece di tacere colpevolmente!. A nessuno di questi cervelli passa per la testa che si tace sulle scie semplicemente perché non c'è niente da dire, e perché non vengono fatte né a fin di male, né a fin di bene. Semplicemente si formano e basta, e nessuno sano di mente si sente in dovere di giustificarle.

Il risultato finale di questo delirio paranoico è che qualunque cielo, dal piu' tempestoso a quello terso di una splendida giornata di sole, è comunque il risultato delle scie chimiche. Insomma, ditemi voi, come si fa a prendere sul serio chi fa questo fior fiore di ragionamenti?


Lo scopo di tutto questo, dettaglio appena appena trascurabile, non è chiaro neanche a loro quale sia. Per non sbagliare ci mettono dentro tutto, dal controllo del clima alla diffusione degli OGM, dallo scatenare terremoti alla diffusione di "pericolosi vaccini" fino alle nanomacchine che verrebbero poi ingerite respirando, e altre fantasiose ipotesi. Cito a questo proposito un sito di riferimento dei sostenitori del complotto delle scie chimiche, di nome "scienzamarcia"  (secondo il quale gran parte della scienza e delle sue scoperte servono ad arrecare danni all'uomo: li aspetto al varco quando avranno bisogno di un'anestesia!). Il sito dice testualmente: "Se le sapessi (le motivazioni del complotto, n.d.r.) ve le direi, ma in realtà quello delle scie chimiche è un progetto top-secret, sicuramente collegato a degli scellerati progetti di modificazione climatica e di dominio globale." E poi segue una lista di motivi più lunga dei Fratelli Karamazov, tra cui ognuno può scegliere i tre o quattro che preferisce. Motivi tutti rigorosamente top-secret, naturalmente, ma quelli di scienzamarcia hanno evidentemente gli agganci giusti per conoscere la lista completa.  Ma delle presunte finalità del complotto delle scie chimiche questa volta non voglio parlare.

Per inciso gli sciachimisti sostengono che gli aerei che irrorano sono velivoli militari e segreti in quanto, visti da sotto, non hanno scritte e appaiono bianchi (certe volte dicono perfino che "ZUMMANDO" appaiono tutti azzurri, dimenticando il colore del cielo...), ma poi aggiungono che sono principalmente gli aerei di linea a irrorare (fonte). Qualcuno deve infatti aver loro fatto notare che sono proprio gli aerei di linea ad avere la pancia bianca e senza scritte, mentre gli aerei militari sono spesso di colore grigio scuro. Come per le motivazioni del complotto, è sempre meglio dire tutto e il contrario di tutto, tanto si viene perdonati per le eventuali imprecisoni o contraddizioni, essendo tutta roba segretissima.

Non voglio nemmeno confutare le affermazioni dei sostenitori del complotto sul perché, secondo loro, le scie che si vedono in cielo non possono essere scie di condensa, e del perché invece, sempre secondo loro, sono scie "chimiche". Lo hanno già fatto innumerevoli esperti molto più titolati di me in materia (vedi ad esempio qui o qui o come ne parla Wikipedia, anche lei serva dei poteri occulti): fisici, meteorologi, chimici, ingegneri aeronautici e storici, che hanno mostrato ampiamente come le scie rilasciate degli aerei non sono altro che normalissime scie di condensa, la cui modalità di formazione, la forma, la dimensione, e il tempo di permanenza in cielo dipende dalle condizioni meteorologiche, dalla temperatura, dalla pressione, dalla quota, dall’umidità, dai venti, così come avviene anche per le nuvole.  Un concetto troppo complesso per gli sciachimisti.

 
Una prova, secondo il sito di riferimento degli sciachimisti italiani, che una volta non esistevano le scie nel cielo. Un fotogramma di un film western del 1970 dove c'erano, quella volta, "cumuli da bel tempo e cielo azzurro". Queste sì che sono prove scientifiche! A parte che una scia nel cielo in un film western sarebbe stata come un orologio al polso di un antico romano, e i registi di Holliwood non sono del tutto scemi, già che c'era poteva anche azzardare, in base a queste solide evidenze, che una volta non pioveva mai.
Voglio invece parlare del fatto che, fra tutti i complotti che dovrebbero esistere, quello delle scie chimiche si caratterizza perché, a detta degli stessi convinti sostenitori, chi lo ordisce, chi ne è partecipe, connivente e consenziente, chi sa ma tace, chi lo spalleggia e chi lo facilita sono a occhio e croce qualche decina di milioni di persone in tutto il mondo, appartenenti ai più svariati livelli sociali e culturali. Dal capo della CIA, che quello non può mai mancare, ai vertici del Vaticano, i Gesuiti, i Templari, i Sionisti, i meteorologi, e via tutti i chimici, i fisici, i geologi, i meteorologi, i medici, i controllori di volo, i piloti, le hostess, i tecnici degli aeroporti, e poi anche giornalisti, insegnanti, fotografi, tipografi (!!!), parrucchieri (ebbene sì, sul sito di riferimento degli sciachimisti, nella lista dei "normalizzatori", c'è anche un parrucchiere, forse sospettato di spruzzare Bario spacciandolo per lacca) e ovviamente anche colui che in questo momento sta scrivendo. Tutti sono consapevoli (anzi, "siamo" consapevoli) del terribile complotto, e prezzolati da non si sa bene chi per collaborare e allo stesso tempo disinformare e confondere i cittadini inermi. Complotto che ovviamente, però, è segretissimo, e quel poco che ne trapela viene soltanto dalle foto e dalle misure carbonare di qualche ardito, qualche Don Quichotte che, solo contro il mondo, osa sfidare i milioni di persone che, in vari modi, ne sono al corrente ma tacciono.


Infatti l'aspetto piu’ sconcertante della teoria del complotto delle scie chimiche è proprio questo, e cioè che tale ordire planetario contro i comuni mortali implicherebbe la tacita connivenza nonché la partecipazione attiva di milioni e milioni di persone in tutto il mondo. Il buon senso ci dovrebbe indurre, da solo, a cestinare senza pietà questa trama da romanzo di fantascienza, bollandola come una incredibile idioza. Ma il buon senso bisogna averlo!

Il complotto avrebbe innanzitutto bisogno della collaborazione delle aziende che producono queste misteriose sostanze, qualunque esse siano. Chimici, biologi, immunologi, tecnici, ingegneri o addirittura esperti di nanotecnologie, devono sintetizzare e produrre incessantemente queste sostanze per essere usate per gli scopi del complotto, il tutto in appositi laboratori dedicati e, ovviamente, nascosti. Sostanze che andranno infatti trattate opportunamente, in modo da renderle volatili, respirabili, e comunque utili allo scopo. E per fare questo c'è bisogno di ricerche dedicate, di laboratori, ma anche di capannoni di stoccaggio dei materiali, di manutenzione... tutto segretissimo.


Poi ci sono coloro che dovranno stivare le sostanze prodotte in contenitori appositi per essere montati sugli aerei. Ci saranno stati ingegneri che, in tutto il mondo, avranno progettato i contenitori, diversi da sostanza a sostanza (non vorrete mica mettere il Bario nei bidoni del Manganese! E' come mettere il Brunello nel Tetrapak!) che devono essere speciali e adatti a volare fino a 10 mila metri, di forma e dimensione adatte ai vari modelli di velivoli, e che devono avere il bocchettone compatibile con il sistema di irroramento presente sull’aereo. Si saranno messi d’accordo su uno standard internazionale per i bocchettoni, o ci sarà il caos come per  i connettori degli alimentatori dei cellulari? In tal caso ci sarebbe anche il businnes degli adattatori per i bocchettoni per l'irrorazione, con annessi ingegneri, tecnici, disegnatori, installatori..., tutto sempre segretissimo.

Il sistema di irroramento poi sarà pure stato progettato, realizzato, testato, montato e deve essere mantenuto funzionante sugli aerei di tutte le compagnie del mondo con la partecipazione di ingegneri e tecnici sparsi nei quattro angoli del globo, nonché di esperti della manutenzione. Non solo, ma gli stessi aerei devono essere stati progettati, testati e costruiti prevedendo di ospitare anche il sistema di irrorazione. E quindi tutte le case costruttrici di aeroplani sono anche esse complici, con annessi i progettisti, elettricisti, i disegnatori, e i tecnici a tutti i livelli. Tutti che sanno ma tacciono. Mi immagino legioni di donne delle pulizie minacciate di morte per aver aperto incautamente quella porta col un simbolo strano convinte che fosse il ripostiglio delle scope...

Poi, nel caso le scie chimiche siano costituite da nanoparticelle inalabili per attuare il controllo globale della popolazione (come funzioni non si sa, ma basta aggiungere che è un sistema "sofisticatissimo" e il complottaro-sciachimista azzera qualunque residuo di capacita critica e ci crede ciecamente), ci dovrà essere una incredibile rete di ricezione, interpretazione e codifica degli eventuali segnali emessi da queste nanoparticelle presenti ormai in abbondanza in ognuno di noi. Un sistema, per inciso, sconosciuto alla scienza e alla tecnologia di oggi (ma che dico! esiste"MA NON CE LO FANNO SAPEREEEEEE!!!1!!", altra espressione molto amata dai complottari), che richiederebbe in ogni caso una rete mondiale di computer gigantesca per tenere sotto controllo in tempo reale diversi miliardi di esseri umani. E ci sarà anche bisogno di una quantità di memoria di storage di dati immane per archiviare tutte queste informazioni, nonché di una potenza di calcolo smodata per analizzarla. E quindi migliaia e migliaia di tecnici elettronici e informatici ad altissima specializzazione dedicati a tempo pieno a questa attività segretissima.

E poi i meteorologi, e tutti quelli che fanno le previsioni del tempo. Tutti quanti tacciono, consapevoli che la storiella delle perturbazioni che dipendono dalle stagioni, dai venti, dalla pressione, dalla temperatura, insomma, in ultima analisi dalla complessa interazione fra terra e radiazione solare, è in realtà tutta una bufala! Una volta, fino a 20 anni fa, se pioveva era perché ogni tanto, da qualche centinaia di milioni di anni, normalmente accadeva. Adesso invece se piove, se nevica o se c'é il sole, è tutto voluto dai dominatori del mondo, che decidono loro, in base alle irrorazioni, come, dove e quando far piovere. A leggere sui siti degli sciachimisti la terra, di sua iniziativa, da qualche anno a questa parte non fa più niente. Ci si chiede come mai in Arabia, nonostante i soldi e il potere che hanno, si ostinino a tenersi il deserto. E i meteorologi di tutto il mondo queste cose le sanno bene, ma, di comune accordo, tacciono.


E infine i medici di tutto il mondo, anche loro parte del complotto, perché ignorano deliberatamente le migliaia e migliaia di morti che quotidianamente sono causate dalle scie chimiche, e in particolare dal temibile Morbo di Morgellons, sindrome della pelle ignota alla medicina ufficiale, ma che spopola su Facebook. Provate ad andare dal vostro medico mostrandogli una verruca e chiedetegli se può essere il Morbo di Morgellons, e sentite cosa vi dice. Se vi guarda con l'espressione internazionalmente usata per "checazzodici?" sappiate che anche lui fa parte del complotto.
Al complotto bisogna includere anche tutti i medici del mondo, che ignorano deliberatamente le morti dovute alle scie chimiche.

Apro una piccola parentesi sul "non ce lo fanno sapere". Il complottaro è convintissimo che i grandi poteri del mondo ce la mettano tutta per tenere segrete le grandi innovazioni, impedendo con ogni mezzo la libera circolazione delle informazioni. Innovazioni che, se rese pubbliche e disponibili a tutti, cambierebbero in meglio le sorti dell'umanità, Non si spiega allora come mai, allo stesso tempo, queste menti raffinate e perverse abbiano permesso che si diffondesse, e addirittura gratis, il web, inventato e reso disponibile al mondo proprio da quella scienza (fonte) che essi definiscono marcia e e in combutta col potere. Web che è l'antitesi della segretezza, e tramite il quale chiunque può far circolare e rendere noto al resto del mondo qualunque cosa, vera o falsa che sia. Peraltro è proprio grazie al web che la tesi del complotto delle scie chimiche esiste e si diffonde. Chiusa la parentesi.

Poi c’è il personale delle compagnie aeree: piloti, aiuto piloti, personale tecnico, semplici lavoratori preposti a caricare e installare a bordo i bidoni di Bario, Alluminio o quello che è, scaricarli quando sono vuoti a fine volo, stoccarli in appositi depositi e inviarli alle apposite sezioni del New World Order (il temibile NWO!) dove verranno di nuovo riempiti e rispediti indietro pronti a un nuovo micidiale utilizzo. Apposite sezioni dove ci sarà altrettanto personale che dovrà preoccuparsi di riempire e rendere di nuovo utlizzabili i contenitori. Un intero terziario, insomma.


E quindi, per qualunque compagnia aerea al mondo, ci sarà anche il personale addetto alle ordinazioni e a tenere dietro a quale sostanza sta per finire per richiederla alla casa madre. Mi immagino il magazziniere dell’Alitalia che dice: “allora, manca la carta iggenica, le forchette de plastica, …alimortacci!!! sta a fini' er Manganese!!!”. E il personale degli aeroporti, tutti gli aeroporti del mondo, deve essere consapevole che gli aerei caricano e scaricano, tutte le volte, oltre al carburante e le valigie, anche tonnellate di misteriose sostanze. Consapevole e quindi connivente con il complotto. Per inciso, mentre a chiunque in aeroporto è capitato di vedere l’aereo su cui dovrà salire mentre fa rifornimento di carburante, o carica le valige, a nessuno è mai capitato di veder caricare bidoni misteriosi, per cui ci si chiede dove facciano questa operazione  e come trasportino queste misteriose sostanze sull’aereo.  La domanda è solo apparentemente ingenua, dato che gli aerei spesso fanno molti voli al giorno fermandosi solo il tempo necessario per caricare e scaricare i passeggeri e solo ogni tanto fare rifornimento, proprio davanti ai vetri del terminal, senza essere trasferiti in hangar lontani e nascosti. E anche la notte restano fermi sulla pista, e quindi visibili a chiunque. Non e’ quindi difficile controllare quello che avviene attorno a un aereo. Eppure nessuno dei complottisti ha mai fotografato o filmato il carico di queste sostanze su un aereo. Non vorranno mica farci credere che un carico di Bario ogni due mesi sia sufficiente per produrre tutte quelle scie che vediamo in cielo! Ci sarà certamente qualche sistema "sofisticatissimo".

E poi i piloti, che ad un certo punto del volo, raggiunta la quota adatta, dovranno premere quel pulsante, assente sui simulatori di volo, mascherato con un nome criptico del tipo “C.T. release”, (CT sta per chemical trail, naturalmente) oppure, nelle versioni depistanti più moderne, con l’interruttore per l’aria calda sui piedi, per diffondere la terribile sostanza sui loro simili 10 mila metri più in basso.

Perché il paradosso è proprio qui: questa quantità enorme di persone che sarebbe consapevole e parte attiva del complotto (me compreso), perché lo fa? Perché tutti questi esseri umani, di ogni tipo di estrazione sociale, cultura e nazionalità, con famiglie e figli, dovrebbero prestarsi a diffondere sostanze nocive nell’atmosfera che anche essi e i loro familiari respirano? Quale motivo autolesionista li spinge? Che cosa abita la mente del pilota dell’Air France che, consapevolmente e deliberatamente, scarica la sostanza che dovrebbe far aumentare i casi di cancro fra la gente mentre sorvola Parigi, dove abita anche suo figlio? E come è possibile che fra questo numero abnorme di partecipanti al complotto nessuno abbia mai tradito, portando prove su prove di quello che, se fosse vero, sarebbe uno dei più grandi crimini nei confronti dell'umanità? Mai nessuno a cui non abbiano riconosciuto gli straordinari, o che non abbia avuto l'avanzamento di carriera in precedenza pattuito con l'Ordine dei Templari che abbia rilasciato un’intervista, scritto a un giornale, portato prove concrete, o si sia lasciato sfuggire un commento del tipo “io non ne posso piu’ di questa follia, basta, ne voglio uscire”? Ci sono stati i pentiti nelle Brigate Rosse, ce ne sono nella Mafia e nella grandi organizzazioni criminali di tutto il mondo, pentiti che, nonostante i metodi ben noti di queste organizzazioni nei confronti dei delatori, hanno deciso comunque di parlare.  E’ mai possibile che sulle scie chimiche nessun magazziniere del deposito di Arsenico abbia mai aperto bocca?





4 commenti:

  1. Noi del NWO siamo proprio una grande famiglia!

    RispondiElimina
  2. un mio amico sciachimista ha iniziato a dubitare proprio per il film di verdone: infatti è un collezionista di vhs ed ha una copia del film, dove ovviamente si vede la scia

    RispondiElimina
  3. Se posso aggiungerei che caricare quintali e quintali di prodotti chimici va a modificare la possibiltà di portata dell'aereo quindi devi rinunciare ai passeggeri o almeno ad una parte di essi per equilibrare il peso netto portabile. Ciò comporta che non vendendo posti in aereo non hai i soldi per farlo volare...

    RispondiElimina
  4. @werner: ovviamente i soldi li danno i gesuiti. Infatti come potrebbero le compagni e low cost essere in pari se non vendendo i loro voli ai cattivi del complotto?

    Anch'io ho una mia teoria. Non troppo originale, è il tema di un numero di Martin Mystere. I cattivi del NWO diffondono teorie strampalate negli ambienti giusti. Per selezione naturale alcune di queste teorie si diffondono, e gli appositi esperti di comunicazione le rinfocolano ed alimentano, per farle crescere. Alla fine milioni di persone ci abboccano, fondano comitati, vendono DVD, e distolgono l'attenzione negli ambienti giusti dai problemi reali.

    Come effetto collaterale gli scienziati vengono additati come colpevoli, e criminalizzati, Se si è fortunati ci scappa pure qualche caccia alle streghe.
    Vedi ad es. il famoso accordo Italia Usa sullo studio del clima del 2002. Per i complottisti è la prova che gli scienziati spargono scie per modificare il clima, con tanto di nomi e cognomi degli istituti del CNR coinvolti, che in realtà studiano il riscaldamento globale. Che ovviamente non esiste, i cambiamenti climatici sono deliberati e dovuti alle scie. I petrolieri ringraziano.

    RispondiElimina